WhatsApp cambia con un nuovo e prezioso aggiornamento

Nel 2014 Facebook ha acquistato WhatsApp per la cifra di 19 miliardi di euro, più o meno il valore odierno di Fiat Chrysler Automobiles. Ai tempi la cifra sembrò da record, mentre oggi appare tutto sommato contenuta, considerando il valore di WhatsApp, per almeno due ragioni. La prima è che Facebook acquistando WhatsApp ottenne l’accesso a miliardi di numeri di telefono attivi, cioè usati quotidianamente per messaggiare attraverso l’app. Facebook non richiede obbligatoriamente i numeri di telefono degli utenti, WhatsApp sì, e possedere e monetizzare questa importante informazione è indubbiamente un vantaggio di marketing da gestire in proprio o da cedere a terzi.

Il secondo motivo è legato al successo di WhatsApp, che nel frattempo ha superato Facebook come tempo medio trascorso in Italia e in altri strategici paesi. Intanto è il mondo intero ad andare sempre più verso la connettività mobile: oltre il 60% del tempo speso online è legato a una connessione mobile (fonte: Comscore). E la navigazione mobile implica che 80% sia impiegato nell’utilizzo di diverse app. In questo contesto, Appanine ha stilato una classifica delle app più usate in paesi nevralgici come Italia, Usa, Francia, Inghilterra, Germania e Spagna, in pratica una sorta di G6 senza la presenza dei paesi BRICS.

Ebbene, WhatsApp risulta l’app sulla quale si passa più tempo in Italia, Spagna, Germania e Regno Unito, mentre in Francia è terza e negli Stati Uniti non è presente nella top ten. Nei quattro paesi dove primeggia, WhatsApp è seguita da Facebook, che invece risulta al primo posto in Francia e negli Stati Uniti. Ottimi piazzamenti anche per Messenger, che supera WhatsApp in Francia e Usa, e Instagram, che è terza in Usa e Spagna e quarta in Italia. Dire che WhatsApp è l’applicazione più usata al mondo non è distante dalla realtà, una leadership conquistata a suon di azzeccati aggiornamenti, che nel corso degli anni hanno permesso di inviare la posizione geolocalizzata in cui si trova l’utente, di rimuovere messaggi già inviati e di rendere disponibile un ventaglio sempre nuovo di gif ed emoticons.

L’aggiornamento in questione riguarda i device con sistema operativo Android e prevede nuove funzionalità legate all’anteprima delle immagini nelle notifiche. Quando verrà visualizzata un’immagine statica nelle notifiche (quindi l’aggiornamento non coinvolge i video e le GIF), sarà mostrato anche il testo sopra o sotto l’immagine, direttamente nell’anteprima. Il vantaggio è evidente: avere una visione completa del messaggio ricevuto senza la necessità di aprire effettivamente l’app. Resta da vedere quando l’aggiornamento sarà disponibile anche per i sistemi operativi diversi da Android.